News

Pagina 1 di 49  > >>

ago 23, 2017
Categoria: Tutti in Campo
Inserito da: giovanni
mar 17, 2016
Categoria: Recensioni
Inserito da: giovanni

Recensione della cinquantesima ed ultima puntata di “Attraverso lo Specchio”, trittico “Speciale Bielorussia”, un completamento

a cura di Antonio De Honestis

 

Sansone & co. si congedano dal loro pubblico con quest’ultima puntata di “Attraverso lo Specchio”, andata in onda ieri sera su Lazio TV, sulle note malinconiche del capolavoro della musica italiana “Volare”, una serata che ha visto gli amati ospiti dalla Bielorussia emozionati cantare le nostre canzoni, per un dialogo tra le nostre culture che abbatte ogni muro, la testimonianza di un’integrazione possibile che passa “Attraverso lo Specchio”.

Contatti
Cooperativa Matrioska
Via Francesco Valesio, 28
Roma

Siete qui: Home

Home

giu 27, 2005

Pinocchio nel Paese delle meraviglie


L’HANDICAP COME VALORE, IL TEATRO COME STRUMENTO
A Cinecittà lo spettacolo di «Il cavallo bianco»

Finalmente..... dopo tanto tempo uno splendido e "corretto" articolo pubblicato ieri su AVVENIRE, il quotidiano della CEI

Fonte: AVVENIRE, 26 giugno 2005

 

Categoria: Rassegna Stampa
Inserito da: giovanni

 

L'handicap come valore e arricchimento reciproco e il teatro come luogo di comunicazione psico-corporea e strumento di crescita, in un percorso di ricerca verso l'integrazione sociale e culturale.
Questa la sfida raccolta da 50 giovani (con e senza disabilità psichiche) che, nello spazio scenico allestito accanto all'oratorio della parrocchia San Stanislao, a Cinecitt Est, hanno dato vita giovedì allo spettacolo teatrale "Pinocchio nel paese delle meraviglie", proposto dall'associazione di volontari Il Cavallo Bianco, in collaborazione con l'Internato di Begoml (Bielorussia) e l'ong Youth Action for Peace. Pur prendendo le mosse dal capolavoro di Collodi, lo spettacolo o meglio l'happening teatrale, come lo ha definito Gaia Carletti, presidente dell'associazione si incentrato sulla figura di Pinocchio come metafora delle discriminazioni e delle barriere culturali del disagio mentale, attraverso una serie di quadri successivi, concatenati in frammenti di poesia classica, antica e moderna, melodie italiche e musica rock.
Una festa della diversità, interpretata e vissuta in un flusso continuo di emozioni tra attori e spettatori. Lo spettacolo, andato in scena a Roma già sei volte, nasce all'interno della manifestazione-progetto "Tutti in campo per una città multiculturale", giunta alla quattordicesima edizione, nellambito del progetto di cooperazione itali-bielorusso "Pinocchio - Casa delle arti e dei mestieri per adolescenti con disabilit psichica".
Un'iniziativa che, come ci spiega Giovanni Sansone, antropologo, attore ed esperto di intervento sociale, ha lo scopo di offrire un'alternativa valida al manicomio, alla strada e alla microcriminalità, ai numerosi ragazzi con disabilità psichica e mentale.
Scenario dello spettacolo la parrocchia di San Stanislao, diventata per un mese un ideale Villaggio dell'amicizia e della solidarietà grazie alla disponibilit di don Sebastiano Morsicato, che, con molta discrezione, precisa: Queste sono piccole cose.
Fino a giovedì ospiterà laboratori teatrali e ludici, attività ricreative, proiezioni di film e riflessioni poetiche.
Nel corso della serata è stato inoltre presentato una sorta di canovaccio teatrale, raccolta di frammenti di vita e di emozioni che l'associazione Il Cavallo Bianco - impegnata dal 1988 per la valorizzazione della persona con disabilità come soggetto di cittadinanza attiva ha voluto dedicare alla Bielorussia, agli orfani con disabilità e ai giovani immigrati.

Graziella Melina
Roma Sette, supplemento di AVVENIRE, Domenica 26 Giugno 2005