News

Pagina 1 di 49  > >>

ago 23, 2017
Categoria: Tutti in Campo
Inserito da: giovanni
mar 17, 2016
Categoria: Recensioni
Inserito da: giovanni

Recensione della cinquantesima ed ultima puntata di “Attraverso lo Specchio”, trittico “Speciale Bielorussia”, un completamento

a cura di Antonio De Honestis

 

Sansone & co. si congedano dal loro pubblico con quest’ultima puntata di “Attraverso lo Specchio”, andata in onda ieri sera su Lazio TV, sulle note malinconiche del capolavoro della musica italiana “Volare”, una serata che ha visto gli amati ospiti dalla Bielorussia emozionati cantare le nostre canzoni, per un dialogo tra le nostre culture che abbatte ogni muro, la testimonianza di un’integrazione possibile che passa “Attraverso lo Specchio”.

Contatti
Cooperativa Matrioska
Via Francesco Valesio, 28
Roma

Siete qui: Home

Home

dic 18, 2007

IL PREMIO PER LA SOLIDARIETÀ "LORENZO CUNEO" 2007 A DUE NOSTRI GIOVANI SOCI BIELORUSSI


logo Associazione Volontari Il Cavallo BaincoIl riconoscimento è stato attribuito a Ivan e Misha Krasnik per il loro impegno civile nel territorio del Municipio Roma IX, che essenzialmente svolgono attraverso l'Associazione Volontari "Il Cavallo Bianco"
Con loro sono idealmente premiati tutti i nostri volontari (anche quelli pùi anzianotti), italiani e bielorussi
La premiazione si svolgerà il 19 Dicembre 2007 alle ore 17.30

Il Comunicato della Presidente del IX Municipio
La lettera di segnalazione dell'Associazione dei due giovani volontari bielorussi

Fonte: www.ilcavallobianco.it

 

Categoria: L'associazione
Inserito da: giovanni

_______________________________________________________________________________________________________

Comunicato della Presidente del Municipio Roma IX
giunto per e-mail il giorno 11.12.2007

 

 

X EDIZIONE
Premio per la solidarietà Lorenzo Cuneo

19 dicembre 2007 ore 17,30
META IL CENTRO
Via A. Luzio, 61

Il premio per la solidarietà Lorenzo Cuneo, istituito dal Municipio IX del Comune di Roma, nel nome e nel ricordo di un giovane Consigliere, che ha impostato la sua esistenza nell'attenzione all'uomo e all'ambiente e che, in uno slancio di generosità, sacrificò la sua vita nel tentativo di portare soccorso ad un automobilista in difficoltà, premia annualmente, su delibera di un apposito Comitato, tre giovani che si sono distinti per comportamenti di autentica solidarietà o per testimonianza di impegno civile nel territorio del Municipio Roma IX.

Riceveranno il premio i giovani:

1) Ivan e Mikhail Krasnik
2) Francesca Papandrea
3) ex-aequo: Valeria Verginelli - Francesca Lombardi

Riceveranno una targa ricordo i giovani:

Serena Scalfo Martina Galella Malena Halilovic

In un successivo incontro sarà messo a dimora l'albero, in ricordo del giovane Consigliere scomparso.
La consegna dei premi e delle targhe avverrà alla presenza di autoritò civili e religiose.

TUTTI SONO VIVAMENTE INVITATI A INTERVENIRE


La Presidente
Susana Fantino

_______________________________________________________________

foto gruppo Internato Begoml
_______________________________________________________________

La lettera di segnalazione dell'Associazione del 20 Novembre 2007


Alla Presidente
IX Municipio Comune di Roma
Susana Fantino
Via Tommaso Fortifiocca, 71
00179 Roma

Oggetto: Segnalazione nominativi per Premio Solidariet Lorenzo Cuneo 2007

In riferimento alla Nota del 05.11.2007 prot. 69032 Ufficio Sport e Cultura Municipio Roma IX, Premio Solidarietà Lorenzo Cuneo 2007, si segnalano i seguenti giovani tra i 16 e i 28 anni, che si distinguono per significativi comportamenti di solidarietà e impegno civile nel territorio del Municipio IX, con particolare attenzione alle problematiche sociali e ambientali:

1) IVAN KRASNIK
2) MIKHAIL (detto Misha) KRASNIK

I due giovani segnalati sono nati in Bielorussia nel 1983, sono gemelli monozigotici e hanno vissuto in Orfanotrofio dall'età di 3 anni, quando venne tolta la patria potestà ai loro genitori naturali, che, da allora, non hanno più rivisto.
Sono giunti in Italia, per la prima volta, nel mese di Ottobre 1995, inseriti in un gruppo di bambini bielorussi in accoglienza temporanea presso famiglie italiane del IX Municipio, nell'ambito dei progetti Chernobyl. In particolare, il gruppo di cui facevano parte proveniva dall'Internato per bambini oligofrenici di Begoml ed era ospitato presso famiglie collegate alla Parrocchia S. Giovanni Battista De Rossi e all'Associazione Volontari "Il Cavallo Bianco". Durante l'accoglienza invernale, i gruppi di bambini bielorussi, durante il giorno, frequentavano Scuole Elementari e/o Medie del IX Municipio, dove il Municipio provvedeva all'erogazione gratuita della mensa scolastica.
Dopo circa 7 anni di accoglienza costante, più volte all'anno, dal 2002 i due giovani sono stabilmente in Italia con regolare permesso di soggiorno per lavoro, domiciliati presso una famiglia italiana aderente all'Associazione, che li ha accolti come figli.

La segnalazione che si fa rispetto ai due suddetti giovani legata al percorso di autonomia e responsabilizzazione intrapreso in circa 12 anni di contatti con l'Italia, che li ha portati ad acquisire uno spirito di gratuità e di disponibilità verso il prossimo.
Infatti, essi sono soci dell'Associazione Volontari "Il Cavallo Bianco" (a cui hanno espressamente chiesto di aderire alla maggiore età, dopo averla frequentata nelle attività fin da minorenni, quando erano essi stessi oggetto di aiuto ed assistenza) e si sono sempre distinti per l'impegno e la fatica nelle attività di volontariato, soprattutto quelle rivolte verso categorie svantaggiate ed emarginate.
In particolare, si sottolinea la loro costante ed intensa presenza nelle accoglienze annuali in strutture parrocchiali (per circa un mese di seguito) di gruppi di bambini bielorussi con gravi disabilit psichiche e mentali, che vengono accolti e seguiti costantemente (per l'intera giornata) dall'Associazione nei momenti ludici, nelle attività riabilitative, nelle trasferte quotidiane al mare, nell'organizzazione di laboratori teatrali, nella preparazione dei pasti e nella somministrazione: i due giovani, nel corso dei cinque anni della specifica attività di accoglienza a Roma del gruppo di bambini bielorussi con le più gravi disabilit psichiche e mentali dell'Internato di Begoml, sono stati mediatori culturali e linguistici, operatori sociali e animatori delle attività, con assoluta gratuità e senza lesinare in alcun modo tutto il proprio tempo libero da attività lavorative.
Anche nel loro recente viaggio in Bielorussia, dopo cinque anni in cui non tornavano in patria, si sono prevalentemente occupati di animare ed aiutare i giovani ospiti della Casa-famiglia dell'Associazione e i bambini dell'Internato di Begoml.
Rispetto alla Bielorussia, si occupano anche del reperimento di alimentari e vestiario da destinare ad aiuti umanitari: prelievo dai luoghi indicati, selezione e predisposizione dei pacchi per la spedizione.
Infine, il loro spirito di solidarietà emerge anche nelle numerose occasioni in cui concretamente aiutano persone anziane (che vivono da sole) nei lavori domestici ovvero famiglie che hanno necessità di piccole manutenzioni o piccoli traslochi, inviati come volontari dall'Associazione, a cui le suddette persone si rivolgono.
Provenienti da una nazione enormemente provata dal disastro di Chernobyl, hanno sviluppato una buona coscienza ambientalista, a cominciare dalla irrinunciabile raccolta differenziata (che curano personalmente presso la propria abitazione italiana) alle recenti testimonianze sul nucleare cattivo nelle Scuole Elementari "Rodari" e "Quasimodo", in occasione dei percorsi didattici sulla diversità e sulle barriere architettoniche e culturali, che l'Associazione ha proposto nell'ultimo anno, in collaborazione con Cooperative Sociali.

Disponibili ad ulteriori informazioni ed approfondimenti, si coglie l'occasione per inviare distinti saluti.

Il Presidente
(Dott.ssa Gaia Carletti)